Menu
27 Luglio 2023
Tempo di lettura 8 minuti

Life Business Coach: cosa fa?

Life Coach: cosa fa?

Secondo la International Coaching Federation (ICF) coaching significa:
“collaborare con i clienti in un processo creativo che attiva la riflessione, ispirandoli a massimizzare il loro potenziale personale e professionale”

Nel coaching non direttivo una coach crea uno spazio sacro (online o in presenza) per accogliere la sua cliente.
Attraverso l’ascolto attivo e profondo, l’utilizzo di domande mirate e potenti, la messa in pratica di tecniche personalizzate in base ai bisogni della cliente, la coach accompagna e supporta quest’ultima nella sua trasformazione per il raggiungimento di un determinato obiettivo.

“Il coaching in pratica cosa è e come funziona?”
Da quando ho iniziato la mia fase di tirocinio come life coach, questa domanda mi è stata posta numerose volte.

Ho pensato quindi di scrivere questo articolo per raccontarti cos’è per me il Coaching. Online potresti trovare innumerevoli siti che ne parlano ma è anche vero che ogni coach ha un suo metodo ed una sua unicità.

Corsi, mentoring o coaching?

Qualche mese fa, durante il mio tirocinio per la formazione come coach presso la mia scuola di coaching, una conoscente mi chiede se il coaching possa fare al caso suo.

Mi racconta che ha frequentato numerosi corsi di formazione, percorsi di mentoring di gruppo e 1:1 dove una mentore/formatrice la seguiva passo passo dandole indicazioni precise per raggiungere un certo obiettivo.
Mi dice più o meno così:

“Io faccio questi corsi, sono molto utili ma fondamentalmente continuo ad accumulare informazioni e nozioni, pezzi di lavoro fatti qua e là, senza arrivare a quello che davvero voglio ottenere.”

Quello che mi sono sentita di dirle, rispondendo alla sua domanda, è che la prima cosa che differenzia un programma di formazione/mentoring dal coaching è proprio il concetto di fondo

Premetto che trovo validissimi i corsi e i mentoring online o in presenza: ne ho fatti tanti e continuerò a farne perchè sono un ottimo modo per imparare ed acquisire strumenti per la nostra attività. Ci permettono inoltre di scambiare idee/opinioni all’interno di un gruppo di persone sulla stessa lunghezza d’onda.

Non sempre questi corsi sono sufficienti e ti spiego perchè.

Quando ci viene insegnato cosa è giusto fare, quali sono le best practice, cosa funziona, cosa non funziona, la nostra mente prende come vere queste nozioni perchè reputa la persona che le sta fornendo autorevole e competente in quella materia.
Entra in gioco la nostra indole della studentessa, prendiamo come assodate queste informazioni, senza quasi metterle in discussione.

Nel momento in cui mettiamo in pratica questi apprendimenti può capitare che quanto abbiamo appreso non funzioni.
Per tanti motivi: non sono allineati ai nostri valori, non rappresentano il modo con cui noi lavoriamo al meglio, in quel momento non è davvero quello che ci serve, etc.
Ma fatichiamo ad ammetterlo a noi stesse.

Quindi cosa accade?
Ci blocchiamo, ci sentiamo frustrate, guardiamo quello che fanno le altre intorno a noi, facciamo paragoni non costruttivi e ci diciamo frasi come:
- Lei ce l’ha fatta e io no...
- E’ più brava di me...
- Io non sono in grado di fare quello che lei sta facendo...
- Ho fallito...

Sai cosa portano questi pensieri?
Frustrazione, procrastinazione, paralisi.
Iniziamo ad avere mille dubbi sul nostro progetto pensando che non siamo abbastanza brave. Arrivano pensieri come “in effetti quello che mi aveva detto quella persona era vero”, “aveva ragione a dire che non ce l’avrei mai fatta ad andare avanti con questo mio progetto”.

Le nostre convinzioni limitanti si rafforzano e si rafforzano i pensieri negativi.
Tutte le nostre buone intenzioni e convinzioni potenzianti iniziano a sgretolarsi e, in alcuni casi, si dissolvono.

Perchè il Coaching è utile in questi casi?

Il Coaching può servire a mettere in pausa questo vortice di pensieri e sensazioni, aiutandoti a ritrovare la tua centratura e a farti ritrovare la tua strada.

Per prima cosa, ti permette di prenderti del vero tempo per te.
Immagina di avere del tempo dedicato esclusivamente a te, dove non hai scambi con altre persone all’infuori della tua coach che è lì per ascoltare te, è presente per te.
Non ti giudica e ti garantisce totale riservatezza su quello che le stai raccontando.

La tua coach ti offre uno spazio sacro, in cui essere davvero te stessa.
Uno spazio dove puoi sentirti libera di usare le parole che meglio ti aiutano ad esprimere quello che provi e che pensi.
Accoglie a braccia aperte ogni tua forma di espressione: lacrime, risate, urla, parolacce, silenzi....tutto ciò che serve a te per esternare quello che hai bisogno di far uscire.

Immagina che la Coach sia come uno specchio che ti riflette per come sei, senza il giudizio che magari tu hai di te stessa.
Uno specchio che ti ascolta nel profondo, ascolta le tue parole, osserva le tue espressioni, la tua comunicazione non verbale.

Nota come ti agiti quando parli di qualcosa, vede la tua espressione del viso cambiare quando racconti un certo episodio, annota i sospiri che fai mentre dici qualcosa di particolare, accoglie le lacrime che fluiscono quando stai raccontando/pensando ad un episodio o anche solo rispondendo ad una domanda. 

Non ha il compito di dirti cosa fare, di darti consigli o di giudicarti.
Il ruolo della tua Coach è quello di guidarti passo dopo passo verso l’esplorazione delle tue emozioni, delle tue questioni irrisolte, dei tuoi dubbi, dei tuoi blocchi, delle tue paure, e di qualsiasi cosa che non ti permette di arrivare dove tu vuoi essere o di stare come tu vorresti stare.

La coach mette in atto un ascolto profondo senza giudizio e con totale riservatezza.

Ti fa domande mirate e specifiche, volte a scavare un po’ più a fondo, ad esplorare te stessa, ad ascoltarti in profondità, a fare un passo in più verso la tua meta.
Domande che ti aiuteranno a sfidare pensieri e convinzioni limitanti, ad immaginare come saresti se intraprendessi un certo percorso, se scegliessi di compiere o non compiere una determinata azione.

Le domande, insieme all’ascolto, sono la chiave di una sessione di coaching tanto da essere definite “potenti”. 

Cosa succede dopo aver esplorato questi blocchi e queste paure?

Nel coaching non direttivo non c’è una ricetta prestabilita ed il flusso di ogni sessione/percorso dipende proprio dalle persone coinvolte (coach e coachee).

Dopo aver dedicato il tempo necessario ad esplorare e superare blocchi e paure (possono volerci una o più sessioni a seconda dei casi), si passa ad individuare le risorse che servono per arrivare dove tu vorresti.
Spesso questi strumenti sono già dentro di te, altre volte avrai bisogno di cercarli fuori.

Quello che è certo, è che sono sempre risorse e soluzioni che partono da te.

Non sarà la coach (coaching non direttivo) a dirti “adesso vai a fare questo corso”, “dovresti compiere queste azioni”, “ti serve questo strumento”.
La coach ti guiderà e ti aiuterà ad arrivare a quella che è la tua soluzione.

Una volta individuate le risorse, non ci si ferma ad un piano scritto o solo pensato, ma si passa all’azione.
Spesso siamo abituate ad agire sulla base di quello che ci è stato insegnato, consigliato, che abbiamo letto, sentito o visto da altri.

Nel caso del coaching, invece, le azioni arrivano da te.
Grazie a domande e tecniche adattabili alle diverse situazioni e a seconda della persona che sei tu in quel momento, la coach ti aiuterà a definire le azioni che, in gergo, chiamiamo “ispirate”. Sono quelle che arrivano dalla tua vera essenza, quelle che senti allineate ai tuoi valori e alla tua persona.  

Nel momento in cui avrai individuato queste azioni ispirate, definirai insieme alla Coach le tempistiche di svolgimento delle stesse e potrai continuare nel tuo percorso di crescita ed evoluzione.

Qual è l’obiettivo ultimo del Coaching?

L’obiettivo ultimo del coaching è quello di permettere a te di diventare autonoma.

Uscirai da un percorso di coaching con risorse, strumenti e strategie che ti aiuteranno ad affrontare eventuali ostacoli che potresti (ri)trovare nel tuo percorso, sentendoti libera di crescere giorno dopo giorno per arrivare dove tu senti di voler arrivare.

Con una coach si può lavorare a più riprese, su nuovi obiettivi e/o su altri progetti.
Avere accesso a quello spazio sacro con una persona che non giudica e che è esterna a te, è sicuramente sempre utile ed arricchente.
A differenza di altre discipline più legate ad un percorso continuo e costante (psicoterapia, terapia, piscologia...), nel coaching non è necessario avere una continuità tale da diventare un appuntamento fisso nel tempo.

Quello che è invece importante avere nel coaching sono una durata pre-stabilita (il percorso poi può essere prolungato nel caso fosse necessario) ed un obiettivo chiaro su cui lavorare.

Spesso succede che l’obiettivo non sia a fuoco, sembra molto vago o addirittura non ci sembra identificabile.
Altre volte il vero obiettivo sarà diverso da quello che pensiamo.
È assolutamente normale ed è proprio per questo che l’obiettivo verrà chiarito e definito insieme alla coach nella prima fase del tuo percorso di coaching.

Il coaching fa per me?

Quello che mi verrebbe da dire è che il coaching “non fa mai male”: attraverso il coaching avrai la possibilità di ascoltarti ed essere ascoltata a fondo, potrai scoprire qualcosa in più di te, acquisre nuove consapevolezze, avere maggiore conoscenza di quelle che sono le tue risorse, le tue capacita’ e di chi sei tu davvero.

COSA DICE CHI HA PROVATO IL COACHING

Avendolo vissuto in prima persona, e continuando a viverlo nella mia evoluzione personale, mi rendo conto di quanto sia arricchente crescere con queste consapevolezze e stare nel mondo per quello che siamo chiamate a fare.

Per capire se il coaching può essere adattato a te e alla tua situazione attuale, ti invito a prenotare una call conoscitiva gratuita con me. Nella nostra call potremo approfondire i tuoi bisogni e valuteremo se un percorso di coahing possa fare al caso tuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatti life coach online

Ciao, sono Francesca, life business coach certificata. In questo blog ti racconto cos’è il coaching e cosa significa per me, condividendo strumenti e risorse per il cammino di ognuna di noi verso la versione migliore di se stessa.

scopri di più

Mi chiamo Francesca e sono una life business coach online con una grande passione per i nuovi inizi. Accompagno le donne ad allineare il proprio business alla loro vera essenza, attingendo a talenti, passioni e valori.

© 2024 Radici Flessibili | Privacy Policy | Brand & Web design Miel Café Design
usercartmagnifiercrossmenuchevron-down